Il tabarro,
antica tradizione

Tabarro: antico mantello, ampio, rotondo, a ruota, in tessuto pesante spesso impermeabile, utilizzato per ripararsi dal freddo. Testimone di un’epoca passata, l’indumento è resistente, termoregolabile, pratico, funzionale, originale e molto curato nei dettagli.

Le origini del tabarro

Le origini del tabarro risalgono all’antica Roma e nel corso dei secoli ha conosciuto lunghezze, colori e tessuti diversi mantenendo, però, le caratteristiche che lo contraddistinguono e lo rendono unico: taglio del panno a vivo, una sola cucitura, un’unica allacciatura sotto il mento e il bavero.

Simbolo di mistero, capo d’eccellenza dell’eroe tormentato del Romanticismo, simbolo di severità, semplicità e rigorosamente di colore scuro durante la Rivoluzione Francese ed infine indumento elegante e signorile nel Novecento, viene riportato alla luce nel secondo dopoguerra.

Produzione e vendita di tabarri da uomo e donna

Oggi il tabarro viene prodotto in tre diverse lunghezze: al ginocchio, sotto al ginocchio e a metà polpaccio. Capo sartoriale molto pregiato, è curato nei minimi particolari dai colletti che possono essere in pelliccia, damascati, lineari o sagomati all’allacciatura che diventa un vero e proprio gioiello.

Acquista ora

Ol Feder P.IVA 03443720168 - Crediti: Linoolmostudio Indice